Logo inSegno Scuola informatica Bologna

inSegno

Via Longhena 15/A, 40139 Bologna
tel. 051 188 99 318
mail: info@in-segno.it

Il successo del Corso iPad

Che significato e che valore ha uno smartphone o un tablet per chi non ha mai avuto un computer?

Che significato e che valore ha uno smartphone o un tablet per chi non ha mai avuto un computer?

Circa sei mesi fa, per arricchire l’offerta formativa, ho deciso di attivare un Corso iPad e un Corso iPhone, ma nella mia testa pensavo “figurati chi mai potrà volere un corso su un tablet e su uno smartphone…” Probabilmente nessuno, sono argomenti troppo banali!

E invece, inaspettatamente, hanno avuto un discreto successo. In questo post voglio focalizzarmi però non tanto sul l’aspetto commerciale della faccenda, quanto piuttosto sull’aspetto culturale-sociale.

Il target

Chi ha meno di 30 anni in 5 minuti diventa il re del tablet (per non parlare degli smartphone), quelli dai 30 ai 45/50 se non sono esperti con due dimostrazioni e qualche dritta diventano autonomi in brevissimo tempo, mentre gli over 45/50 (ma é un’età indicativa) che non sono molto pratici con i computer anche con il tablet in mano di sentono spaesati. Invece gli over 45/50 che sanno usare già il computer si rendono autonomi, anche se spesso con diverse lacune.

La storia “standard”

Le storie della gente che arrivava in studio chiedendo informazioni sul corso iPad/iPhone erano sempre molto simili tra loro. Le persone più o meno mi dicevano: “Sa, io il computer non l’ho mai usato, al lavoro facevano tutto gli altri, ora mi hanno regalato questo coso e vorrei essere capace di andare in Internet, mandare le mail, … I miei figli lo sanno usare bene, ma non hanno mai tempo per spiegarmi, mi dicono due cose in fretta e furia e poi si scocciano e se ne vanno… e poi non li voglio seccare…

Vedo in queste persone la frustrazione di non essere in grado di usare uno strumento che li renderebbe indipendenti nel reperimento e nella fruizione delle informazioni (nel 2013 sono ormai in pochi a non sapere guardare il meteo o ascoltare la musica digitale autonomamente).

Quindi, tirando le somme, le persone sono spinte all’uso di un tablet o di uno smartphone dalla voglia di autonomia e di non essere da meno dei coetanei.

Il tablet della felicità

L’aspetto che si è rivelato per me una sorpresa, ancora più dell’inaspettato successo del corso, é stato il risultato sulle persone, specialmente se comparato al corso più simile concettualmente, il corso base di computer e Internet. In questo caso mi riferisco solo al corso Tablet, in quanto lo smartphone a mio avviso non rimane neanche lontanamente un potenziale sostituto del computer, mentre il tablet può esserlo.

Avendo erogato corsi per principianti del computer per più di 10 anni, vedevo che alla fine del Corso Base le persone erano si felici di avere imparato i rudimenti e di essere autonome, ma erano anche timorose del mondo sterminato e potenzialmente insidioso che gli si era aperto davanti! Farò un esempio chiarificatore.

Mentre quando non si sa niente di informatica é tutto un mistero, alla fine del corso base si sa andare in Internet, scrivere un documento e leggere la posta, ma ci si rende conto che, per fare degli esempi, Word é un programma molto potente ed é difficile impararlo in tutte le sue funzioni, idem per Gmail, per non parlare di tutti i programmi che girano sui computer che non si conoscono, alcuni dei quali saltuariamente ci si palesano con strane domande: aggiornare Java? Scaricare Flash Player?

Il tablet é diverso: data la sua semplicità e limitatezza (in relazione ad un computer), in poche ore chiunque può imparare ad usarlo in tutte le sue funzioni. Gli argomenti sono circoscritti a determinate azioni che, se impostate correttamente una volta per tutte, permettono allo studente di fare moltissime cose. La posta non ha le 200 opzioni e scorciatoie della versione desktop di Gmail, comprare applicazioni e musica é semplicissimo (sempre che non ci si dimentichi la password…). Le App non hanno bisogno di manuale, e per guardare gli orari dei treni o il prezzo dei voli aerei é a prova di incapace…

Insomma: mentre alla fine del corso base di computer le persone vanno a casa felici e un po’ intimorite, alla fine del corso tablet le persone se ne vanno felici. E basta. Perché si sentono autonome.